Powered by Bravenet Bravenet Blog

Tag Board

This tag board is currently empty.

Please type in the four characters shown in the black box.

Monday, April 8th 2013

1:03 AM

traslochi46

L'altra cosa è che si dovrebbe sforzarsi di rendere il nuovo posto a casa in fretta. Sono ancora solo un'ora dalla mia città vecchia, quindi trovo che tendo a fare affidamento su di esso ancora. Ho ancora fare dischi di nuovo al centro commerciale lì, mi piace ancora di comprare cibo in alcuni negozi di generi alimentari, e per vari altri motivi finisco andare 'a casa' un sacco. Così diventa frustrante perché mi sento come non mi stabilire io stesso nel nuovo luogo-ho a malapena capito su come ottenere il mio bucato fatto qui lol. che non ha veramente aiutato me sistemo in modo da non fare quello che ho fatto!

Il mio ex era solito fare trasporti ogni anno. L'unico messaggio chiave che avrei è che tu sei quella che ha bisogno di nuovi amici. Le persone che vi abitano hanno già degli amici, quindi spetta a voi di prendere il iniative per raggiungere le persone .

Partecipa nella tua nuova città. Trova volontariato, far parte di un club del libro, far parte di un ordine professionale o Toastmasters se del caso, far parte di un Gruppo Meetup per le attività che ti piace fare, non sono tutti per i single.

Invita la gente o per un caffè o chiedere ad un vicino di casa per unirsi a voi per una passeggiata.

Molte città hanno un benvenuto un'organizzazione di tipo station wagon. Puoi essere un turista nella tua nuova città.


traslocare : pochi chilometri, ma è il delirio come se fossero mille. Roma torrida e vuota è il mio sfondo. Me ne vado in una casa (ancora) piccola, ma col terrazzo, io che non avevo il sole altro che al solstizio d’estate (per qualche minuto), quando s’infilava fra il civico 31 e il 33. Poi eclissi di cemento e addio all’anno che verrà. Così fan tutti, così ho fatto pure io, una cosetta in permuta, un mutuo a vita per il valore dell’affitto e la banca gozzoviglia. Una casa pagata, negli ultimi rantoli della lira, 90 milioni, oggi vale 300 mila euro. L’Italia si è arricchita anche così, si può dire?
Per l’ultima notte mi sono trovato in camera la luce della luna piena senza preavviso, non credevo sarebbe riuscita a fare slalom fra i palazzi. Campeggiava nel cielo e nell’afa, un leggero alone di malinconia … «se tu mi avessi chiamato prima … non sapevo che te ne volevi andare» e io «sei tu che non ti sei fatta mai vedere… ».

Misure: il metro in tasca anche se vado a pisciare, pacchi di flashback dappertutto, le mie storie con lei, le mie storie prima di lei, l’infinito passato, il participio presente, il ciuccio di Geo mummificato dietro l’armadio. Non so proprio dove fosse tutto quello che ho visto nel pianerottolo, non saprei spiegare i carica-batterie, gli auricolari rotti, (tutti diversi uno dall’altro, originali, commerciali), le carcasse di cellulari e di computer ingialliti, un bouquet di telecomandi senza più bersaglio, dei regali ancora nel cellophane, le foto… «Qui dov’ero? Qui dov’era? Lei chi era…?»
Quindi, la piccola ditta «Traslochi Veloci»: spaziali, frenetici, imballano, scocciano, sollevano, caricano. Non so dove vadano i miei pensieri, avevo un codice, dei segnali, avevo preso le misure.
0 Comment(s).

There are no comments to this entry.

Post New Comment

No Smilies More Smilies »
Please type the letters you see